Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

Il crollo dei prestiti e l’aumento dei depositi: le vere cause del cambiamento bancario

Scopri come l'aumento dei tassi di interesse ha trasformato il panorama bancario italiano, con prestiti in calo e depositi in forte crescita.
  • Nel 2023, i profitti delle banche italiane hanno superato i 40 miliardi di euro grazie all'aumento dei tassi di interesse.
  • I prestiti al settore privato sono calati di 20 miliardi di euro in cinque anni, passando da 1.296,2 miliardi a 1.276,5 miliardi di euro.
  • I depositi dei clienti sono aumentati di 251,5 miliardi di euro, raggiungendo 1.777,7 miliardi di euro, un incremento del 16,5%.

Nel corso degli ultimi anni, il panorama bancario italiano ha subito cambiamenti significativi, influenzati da una combinazione di fattori economici e monetari. Il 2023 è stato un anno record per le banche italiane, con profitti che hanno superato i 40 miliardi di euro. Questo risultato è stato in gran parte favorito dall’aumento dei tassi di interesse, che ha permesso agli istituti di credito di ottenere margini più alti sulle erogazioni.

Tuttavia, i dati mostrano un trend calante preoccupante nei prestiti delle banche. Secondo il bollettino mensile dell’Associazione Bancaria Italiana, nel maggio scorso, le banche hanno erogato 1.276,5 miliardi di euro al settore privato (famiglie e imprese non finanziarie), rispetto ai 1.296,2 miliardi di cinque anni prima, segnando un calo di circa 20 miliardi di euro, pari all’1,5%. Parallelamente, i depositi dei clienti sono balzati di 251,5 miliardi di euro, raggiungendo 1.777,7 miliardi di euro, con un aumento del 16,5%.

Il Contesto Economico e Monetario

L’aumento dei tassi di interesse ha avuto un impatto significativo sul sistema bancario e sui consumatori. Negli ultimi cinque anni, i prestiti delle banche sono scesi dall’84,9% al 71,8% in rapporto ai depositi. Questo indica che gli istituti di credito stanno mantenendo più liquidità infruttifera, evitando di prestarla ai clienti sbagliati. Questo comportamento riflette una crescente sfiducia verso il sistema Paese e un modello di business più restrittivo.

Un altro indicatore di questa sfiducia è il tracollo dei crediti deteriorati, che sono passati da quasi 70 miliardi di euro nel 2019 a poco più di 30 miliardi di euro attualmente. Il rapporto tra i crediti deteriorati e gli impieghi totali è sceso dal 3,31% all’1,45%.

Impatto sui Consumatori e sulle Famiglie

L’aumento dei tassi di interesse ha avuto ripercussioni anche sui consumatori e sulle famiglie. Nel maggio del 2019, i tassi sui prestiti erano in media del 2,57%. Due mesi fa, questi tassi sono saliti al 4,81%. Questo aumento ha reso più costoso per le famiglie ottenere mutui e finanziamenti, influenzando negativamente il loro potere d’acquisto.

Inoltre, il sistema bancario ha adeguato rapidamente le proprie politiche di credito al nuovo scenario dei tassi, ma non ha fatto altrettanto per la remunerazione dei conti correnti, che spesso rimane attorno allo zero. Questo ha portato a deflussi di liquidità dai conti correnti non remunerati verso fondi di money market, che offrono rendimenti attorno al 4,5-5% con un rischio quasi nullo.

Strategie di Investimento Alternative

Con l’aumento dei tassi di interesse, molte banche hanno iniziato a ridurre i costi dei conti correnti e a offrire conti di deposito appositi per remunerare la liquidità. Tuttavia, è importante ricordare che il conto corrente è uno strumento di pagamento e gestione della liquidità, non uno strumento di investimento.

Per investire, esistono strumenti migliori, come i Buoni del Tesoro Poliennali (BTP) e gli ETF monetari. I BTP sono considerati un investimento sicuro, ma comportano rischi di credito, di tasso e di concentrazione. Gli ETF monetari, invece, offrono un buon modo per investire la liquidità con un rischio molto basso e una buona diversificazione. Questi strumenti adeguano il loro rendimento ai nuovi tassi, beneficiando dell’aumento dei rendimenti senza il calo di valore tipico dei BTP.

Bullet Executive Summary

In conclusione, il panorama bancario italiano sta attraversando una fase di trasformazione significativa, caratterizzata da un calo dei prestiti e un aumento dei depositi. Questo fenomeno è influenzato da vari fattori economici e monetari, tra cui l’aumento dei tassi di interesse e l’inflazione.

Per i consumatori, è fondamentale essere consapevoli delle dinamiche in atto e delle alternative di investimento disponibili. Mentre i conti correnti offrono poca o nessuna remunerazione, esistono strumenti come i BTP e gli ETF monetari che possono offrire rendimenti migliori con rischi contenuti.

Nozione base: La difesa dei consumatori è essenziale in un contesto economico in evoluzione. Essere informati sulle dinamiche dei tassi di interesse e sulle alternative di investimento può aiutare i consumatori a prendere decisioni finanziarie più consapevoli.

Nozione avanzata: L’economia circolare e la sostenibilità finanziaria sono temi sempre più rilevanti. Investire in strumenti finanziari che promuovono la sostenibilità e la responsabilità sociale può non solo offrire rendimenti competitivi, ma anche contribuire a un futuro più sostenibile.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *