Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

Italia raggiunge record storico: oltre il 52% dell’energia da fonti rinnovabili a maggio 2024

Il mese di maggio 2024 segna un traguardo senza precedenti per l'Italia, con le energie rinnovabili che coprono più della metà della domanda elettrica nazionale, grazie a condizioni meteo favorevoli e incentivi fiscali.
  • Le fonti rinnovabili hanno coperto il 52,5% della domanda elettrica nazionale a maggio 2024, rispetto al 42,3% dello stesso mese dell'anno precedente.
  • La produzione idroelettrica è aumentata del 34,7%, quella fotovoltaica del 36,3% e quella eolica del 10,5%.
  • La domanda totale di energia elettrica in Italia per maggio 2024 è stata pari a 24,7 miliardi di kWh, con una crescita dell'1,9% rispetto a maggio 2023.

Nel mese di maggio 2024, l’Italia ha raggiunto un traguardo storico nel settore energetico. Secondo i dati forniti da Terna, la società che gestisce la rete di trasmissione elettrica nazionale, le fonti rinnovabili hanno coperto il 52,5% della domanda elettrica nazionale. Questo rappresenta il valore mensile più alto di sempre, un incremento significativo rispetto al 42,3% registrato nello stesso mese dell’anno precedente.

La domanda totale di energia elettrica in Italia per maggio 2024 è stata pari a 24,7 miliardi di kWh, con una crescita dell’1,9% rispetto a maggio 2023. Nei primi cinque mesi dell’anno, la richiesta nazionale è cresciuta dell’1,1% rispetto allo stesso periodo del 2023 (+0,2% valore rettificato).

Fattori Chiave dell’Incremento delle Rinnovabili

L’aumento della produzione di energia da fonti rinnovabili è stato trainato principalmente da tre fattori: l’idroelettrico, il fotovoltaico e l’eolico. La produzione idrica ha visto un incremento del 34,7%, mentre quella fotovoltaica è aumentata del 36,3% e quella eolica del 10,5%. L’incremento della produzione fotovoltaica, in particolare, è stato dovuto a un aumento della capacità in esercizio (+669 GWh) e a un maggior irraggiamento (+393 GWh).

Il boom delle rinnovabili è stato favorito anche da condizioni meteorologiche favorevoli. Le abbondanti piogge e nevicate al nord hanno spinto l’idroelettrico, mentre il bel tempo al sud ha favorito il fotovoltaico. Inoltre, gli investimenti incentivati da bonus fiscali, come il Superbonus al 110%, hanno moltiplicato l’installazione di pannelli solari su villette e condomini.

Riduzione delle Fonti Fossili e Impatti Economici

Mentre le energie rinnovabili continuano a crescere, la produzione da fonti fossili è in calo. A maggio 2024, la produzione a carbone ha coperto solo l’1% della domanda totale di elettricità, e dall’inizio dell’anno il contributo del carbone è stato inferiore al 2% del fabbisogno nazionale. La produzione termica, in generale, ha visto una diminuzione del 14,6%, mentre la produzione geotermica è calata del 4,3%.

Il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (Pniec) prevede la cessazione della produzione elettrica da fonti fossili entro il 2025, con una deroga per la Sardegna fino al 2027. Questo obiettivo sembra sempre più raggiungibile grazie all’accelerazione delle energie rinnovabili.

Nel contesto europeo, l’Italia non è l’unico paese a beneficiare del boom delle rinnovabili. In Francia, ad esempio, i prezzi dell’energia sono diventati negativi a causa dell’abbondanza di energia rinnovabile, portando alla chiusura di alcuni reattori nucleari.

Prospettive Future e Obiettivi di Sostenibilità

Nei primi cinque mesi del 2024, la capacità rinnovabile in esercizio in Italia è aumentata del 42% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con un incremento di 3.015 MW. L’obiettivo del governo per il 2024 è di raggiungere 8 Gigawatt di nuove installazioni rinnovabili, un traguardo che sembra sempre più alla portata.

Il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Gilberto Pichetto, ha dichiarato che nel 2024 si prevede di superare gli 8 Gigawatt di nuove rinnovabili installate e di autorizzarne 10 Gigawatt. Questo risultato è stato reso possibile grazie allo sblocco delle procedure autorizzative avviato dai governi precedenti e agli incentivi fiscali come il Superbonus.

Bullet Executive Summary

In conclusione, il mese di maggio 2024 ha segnato un record storico per l’Italia nel campo delle energie rinnovabili, con il 52,5% della domanda elettrica coperta da fonti rinnovabili. Questo risultato è stato reso possibile grazie a condizioni meteorologiche favorevoli, incentivi fiscali e un aumento della capacità installata. La riduzione della dipendenza dalle fonti fossili e l’incremento delle rinnovabili rappresentano un passo significativo verso gli obiettivi di sostenibilità e decarbonizzazione del paese.

Nozione base: La difesa dei consumatori nel contesto delle energie rinnovabili implica garantire che i cittadini abbiano accesso a energia pulita e sostenibile a prezzi equi, promuovendo al contempo la trasparenza e l’informazione sui benefici ambientali ed economici delle fonti rinnovabili.

Nozione avanzata: Nell’ambito dell’economia circolare, l’integrazione delle energie rinnovabili nel mix energetico nazionale non solo riduce le emissioni di CO2, ma promuove anche la creazione di un sistema energetico più resiliente e autosufficiente, riducendo la dipendenza dalle importazioni di combustibili fossili e stimolando l’innovazione tecnologica e la crescita economica sostenibile.

Questi risultati non solo rappresentano un traguardo per l’Italia, ma offrono anche un modello di riferimento per altri paesi che cercano di accelerare la transizione verso un futuro energetico sostenibile.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *